Warning: Non-static method vBSEO_Storage::path() should not be called statically in ..../vbseo/includes/functions_vbseo_pre.php on line 387

Warning: Non-static method vBSEO_Storage::path() should not be called statically in ..../vbseo/includes/functions_vbseo_pre.php on line 387

Warning: Non-static method vBSEO_Storage::path() should not be called statically in ..../vbseo/includes/functions_vbseo_db.php on line 51
Ricongiungimento Familiare
Visualizzazione dei risultati da 1 a 12 su 12

Discussione: Ricongiungimento Familiare

  1. #1
    Associato giovane
    Registrato dal
    03-2010
    Messaggi
    3
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito Ricongiungimento Familiare

    Buongiorno,
    vorrei porre un quesito per aiutare la sorella della mia ragazza a ricongiungersi con il compagno, oggi regolarmente soggiornante in Italia.
    Nella mia descrizione spero, oltre ad essere sintetico per esporre la problematica da risolvere, di essere anche chiaro.
    La sorella della mia ragazza arriva in Italia circa 10 anni fà, comincia a lavorare conosce un uomo Italiano e si sposa, il matrimonio dura qualche mese e poi la separazione, una separazione senza avvocati ma una separazione di fatto (io interpreto che per chi non ha niente da chiedere o da pretendere è sufficiente continuare in modo diverso a vivere la propria vita).
    Dopo qualche anno incontra e frequenta un uomo Egiziano, iniziano a convivere e dopo circa un paio di anni nasce una bambina, continuano a vivere e lavorare in Italia.
    Dopo 1 anno rimane di nuovo incinta questa volta di un Bambino, insieme decidono di far nascere il figlio in Egitto vicino alla famiglia del suo compagno.
    Vivono circa un anno in Egitto ma ci sono poche prospettive di crescita per la famiglia e per il futuro dei figli e quindi decidono di ritornare in Italia.
    Lui, regolarmente e con permesso di soggiorno, parte prima per cercare un lavoro, mentre lei decide di passare qualche mese presso la sua famiglia in Moldavia , anche per dar modo al compagno di trovare sistemazione adeguata in Italia.
    Qui comincia il problema, purtroppo l'Italia lasciata non si riconosce piu', siamo nel 2008 proprio all'inizio della crisi, si fatica a trovare lavoro e i pochi mesi si trasformano in un anno e mezzo.
    Adesso che in Italia è riuscito a trovare la sistemazione adeguata per la famiglia non sà come fare per riportare i figli e la compagna vicino a lui.
    Lei Moldava ancora sposata con un Italiano, Lui lavora con regolare permesso di soggiorno e adesso ha un'abitazione dove puo’ ospitare tutto il nucleo famigliare, una Figlia nata in Italia e un Figlio nato in Egitto, i Figli sono stati riconosciuti dal Padre.

    Chiedo cortesemente se qualcuno può darmi qualche indicazione per risolvere questa situazione.

    Grazie a tutti.

  2. #2
    Super Moderator L'avatar di FabioB
    Registrato dal
    01-2010
    residenza
    Seichelles
    Messaggi
    2,512
    Potenza della reputazione
    10

    Predefinito

    i figli può riportarli senza particolari problemi chiedendone il ricongiungimento. Non può ricongiungere la compagna se questa prima non divorzia e si sposa con il compagno. Al massimo la compagna potrà essere ricongiunta dal marito italiano, ma la separazione di fatto potrebbe creare seri problemi a riguardo. Se i figli verranno ricongiunti e verranno in italia esiste però la possibilità (per niente semplice) che alla madre venga rilasciata un visto in qualità di genitore in base all'art. 31 comma 3 del Testo Unico:

    Dlgs 286/98
    Articolo 31
    Disposizioni a favore dei minori.
    .................................................. ...........
    3. Il Tribunale per i minorenni, per gravi motivi connessi con lo sviluppo psicofisico e tenuto conto dell'età e delle condizioni di salute del minore che si trova nel territorio italiano, può autorizzare l'ingresso o la permanenza del familiare, per un periodo di tempo determinato, anche in deroga alle altre disposizioni del presente testo unico. L'autorizzazione è revocata quando vengono a cessare i gravi motivi che ne giustificano il rilascio o per attività del familiare incompatibili con le esigenze del minore o con la permanenza in Italia. I provvedimenti sono comunicati alla rappresentanza diplomatica o consolare e al questore per gli adempimenti di rispettiva competenza.

  3. #3
    Associato giovane
    Registrato dal
    03-2010
    Messaggi
    3
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    Grazie Fabio, non è una situazione seplice, chi li potrebbe seguire per le pratiche, un Avvocato, un Patronato o altro ??

  4. #4
    Super Moderator L'avatar di FabioB
    Registrato dal
    01-2010
    residenza
    Seichelles
    Messaggi
    2,512
    Potenza della reputazione
    10

    Predefinito

    Dipende da cosa decidono di fare. Per i figli non ci sono problemi e può fare da solo, se decidono di avviare divorzio e successivo matrimonio potranno farlo secondo le leggi moldave ed occorre (eventualmente) contattare un legale in loco, se decidono di chiedere il visto in qualità di coniuge di cittadino italiano per prima cosa è necessario contattare questi, per il tribunale dei minorenni è certamente consigliabile contattare un legale preparato.

  5. #5
    Associato giovane
    Registrato dal
    03-2010
    Messaggi
    3
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    Grazie ancora Fabio, passo le informazioni. Un saluto a tutti.

  6. #6
    Associato giovane L'avatar di claudio
    Registrato dal
    02-2010
    residenza
    Verona
    Messaggi
    22
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    ciao a tutti!!! un informazione per favore, per ricongiungere il cognato di una cittadina italiana cosa serve ??????

  7. #7
    Super Moderator L'avatar di FabioB
    Registrato dal
    01-2010
    residenza
    Seichelles
    Messaggi
    2,512
    Potenza della reputazione
    10

    Predefinito

    NON è un familiare ai sensi dell'art. 2.1.b dlgs 30/2007, qualora fosse a carico della cittadina italiana potrebbe essere un familiare ai sensi dell'art. 3.2.a dlgs 30/2007, il che significa che è praticamente impossibile ottenere il ricongiungimento senza un ricorso amministrativo che avrebbe cmq esito incerto e tempi e costi rilevanti.
    Vi Veri Veniversum Vivus Vici

  8. #8
    Associato giovane
    Registrato dal
    02-2011
    Messaggi
    4
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    Salve a tutti,

    vorrei ricongiungermi con la mia madre. Sono moldava con PS, la mia mama è sola li giù, è invalida secondo grado e anche già in pensione e ha solo me. Ma non lo so se è possibile, se mi basta il redditto, il mio è 7450 e del mio marito(moldavo) è di 8000. Non lo so se è possibile perche il 31.01 quest anno abbiamo fatto a nome del mio marito una richiesta di assunzione colf 20 ore sett. non convivente per la sua mama, perchè con lei è impossibile ricongiungerci, come ha un altro figlio studende e marito. Cosa mi ditte c'è la possibilita di ricongiurgermi con mia mama? Grazie

  9. #9
    Postatore professionista L'avatar di BubaMara
    Registrato dal
    01-2010
    residenza
    Milano
    Messaggi
    3,428
    Potenza della reputazione
    8

    Predefinito

    reddito minimo € 10.285,34
    sommando i vostri redditi direi che è possibile inoltre dovete disporre di un alloggio che rientri nei parametri minimi previsti dalla legge quindi vi occorre il certificato di idoneità alloggiativa da richiedere presso il vostro comune o all'asl.

  10. #10
    Associato giovane
    Registrato dal
    02-2011
    Messaggi
    4
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    grazie BubaMara per la Tua risposta.

    é possibile anche se abbiamo fatto la domanda di assunzione per la mia suoccera con i flussi2011? Anche per questa domanda abbiamo sommato i nostri redditti. Non ha verrammente importanza?
    La casa che affitiamo è idonea per tre persone,siamo tre persone rezidenti qui, io, mio marito e il proprietario, ma abbitiamo solo noi due. Cmq chiederò il certificato di idoneità alloggiativa per essere sigura. Lo devo chiedere adesso per fare la richiesta o dopo? il certificato ha una validità, giustò? Abbiamo parlato anche con il proprietario del appartamento e lui ha detto se il apartamento non risulterà idoneo per quatro persone ci farà lui l'ospitalità acasa di sua madre. Va bene anche l'ospitalità o no per fare il ricongiugimento familiare?

    Grazie

  11. #11
    Associato giovane
    Registrato dal
    04-2011
    Messaggi
    1
    Potenza della reputazione
    0

    Predefinito

    Visto d'ingresso per marito Tunisino, adesso che tutto sta diventando piu difficile...

    Salve a tutti.
    Chiedo aiuto per trovare una risposta giusta al mio caso.
    Dopo 4 anni insieme, abbiamo deciso di sposarci. Io per lavoro ero in Tunisia, Cosi che lui e della Tunisia. Nazionalita che sembra era gia prima, ma adesso peggio che peggio di averlo. Il matrimonio dovrebbe essere ai primi di Giugno se i documenti saranno pronti.

    Vorrei sapere le possibilita e i richiesti per rilasciare il visto per lui essendo sposato.
    Dove dei due paesi sarebbe piu facile?
    Io ho la doppia cittadinanza, Italiana-Ungherese.
    Al momento lavoro in Ungheria con contratto di lavoro definitivo, sono interprete.
    Abito in casa di proprieta di famiglia. Sono residente in questo indirizzo, iscritta anche nel AIRE Amb Italiana di Budapest.
    - quanto e il stipendio richiesto?
    - quanto dovrei avere in banca?

    Seconda possibilita:Trovando lavoro per entrambi in Italia come custodi, cosa dovrei presentare per l'Ambasciata a Tunis per richiedere il visto?
    Cioe, il datore di lavoro, potrebbe rilasciare qualche documento, quale verrebbe considerato nella domanda del visto e facilitare il rilascio? Cosa dovrebbe essere questo documento se esiste? Cosi anche io potrei avere il domicilio in Italia solo dal momento che lo prenderebbe lui. Potrei avere il stipendio quando lu. Cioe non ho residenza e resto per fare presente, solo un offerta di lavoro, dove pero ce contratto determinato, vitto-alloggio.

    Vi prego aiutatemi. Leggo e sento tutte le storie da quando ce l'invasione a Lampedusa.
    Per quasto fatto, adesso vanno soffrire quelli che hanno scuola, educazione, serieta, voglia di avere famiglia, figli.

    Quello che a me strano, se la moglie europea, non si sposa per portare qua un marito come souvenir e a mantenerlo vita durante, come potrebbe essere in caso opposto. Percio, se il marito vorrebbe venire qua, perche va a lavorare. Allora in questo caso, perche chiedono come sento, conto in banca da capogiro, stipendio da direttore, casa che sembra castello?????????
    Perche non va bene se la moglie lavora, vive normalmente, abita in casa decente e di piu proprieta non affitto. Cioe, abile a ricevere e dare una mano al marito, fino che questo non trova lavoro!

    Grazie per tutte le risposte.

    PS: Cosa sarebbero esattamente i documenti che dovrei presentare quando si chiede il visto per l'Italia. Devo fare lettera d'invito a mio marito? Si parlava anche di un documento che si richiede nella Prefettura, Sportello unico per l'immigrazione, e sarebbe nulla osta per familiare al seguito.
    Aiutatemi vi prego....

  12. #12
    Administrator L'avatar di xanderx
    Registrato dal
    01-2010
    Messaggi
    1,213
    Inserimenti blog
    1
    Potenza della reputazione
    10

    Predefinito

    non è complicato una volta che sarete sposati

    prima di tutto lui dove risiede ? tu dove risiedi attualmente? sei aire ? dove vi sposerete?
    http://www.burocraziafacile.it/Images/logo2.gif

    - Frasi preferite -
    Montesquieu: «Il potere corrompe, il potere assoluto corrompe assolutamente ... Tutto sarebbe perduto se lo stesso uomo, o lo stesso corpo di maggiorenti, o di nobili, o di popolo, esercitasse questi tre poteri: quello di fare le leggi, quello di eseguire le decisioni pubbliche, e quello di giudicare i delitti o le controversie dei privati ... Siccome tutte le cose umane hanno una fine, lo Stato di cui parliamo perderà la sua libertà, perirà. Roma, Sparta e Cartagine sono pur perite. Perirà quando il potere legislativo sarà più corrotto di quello esecutivo».

    Kant: «La ragione umana, anche senza il pungolo della semplice vanità dell'onniscienza, è perpetuamente sospinta da un proprio bisogno verso quei problemi che non possono in nessun modo esser risolti da un uso empirico della ragione... e così in tutti gli uomini una qualche metafisica è sempre esistita e sempre esisterà, appena che la ragione s'innalzi alla speculazione».

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •