Imu e Tasi, a Dicembre si Paga l’Ultima Rata

| casa
imu e tasi 2018

Scadenza alle porte per Imu e Tasi 2018. Lunedì 17 dicembre si versano i saldi di Imu e Tasi

Anche questo dicembre, oltre alle feste e ai regali, arriva per i contribuenti l’appuntamento con le ultime tasse dell’anno. Sono infatti chiamati al pagamento di IMU e TASI ben 25 milioni di proprietari di immobili diversi dall'abitazione principale per un gettito previsto di circa 10,3 miliardi di euro!

Manca poco alla scadenza per il saldo di IMU e TASI 2018, fissata a lunedì 17 dicembre 2018 (quest’anno il 16 dicembre cade di domenica, slittando automaticamente al primo giorno lavorativo disponibile, guadagnando così un giorno in più per pagare IMU e TASI 2018). Gli acconti di IMU (Imposta Municipale Unica) e TASI (Tributo per i Servizi Indivisibili) erano già stati pagati entro la scadenza di giugno.

L’importo annuale si suddivide infatti in due rate, la cui scadenza è:

  • il 18 giugno per l’acconto;
  • il 16 dicembre per il saldo dell’intera cifra.

Imu e Tasi: Quanto si Paga

imu e tasi 2018

Nessuna sorpresa in vista per gli importi. Dal 2016 il Parlamento ha deliberato che le aliquote, che sono stabilite dai comuni con delibere emanate entro il 28 ottobre di ogni anno, non possono essere aumentate. In altre parole, in linea di massima la somma da versare a dicembre 2018 sarà uguale a quella già versata all’acconto di giugno 2018.

Anche quest’anno l’IMU per la prima casa non si paga: per prima casa, lo ricordiamo, si intende la casa in cui il proprietario abita e in cui è anche registrata la residenza.

Per chi ha acquistato o ereditato immobili nel corso del 2018, attenzione! Ai fini Imu e Tasi  il primo mese si paga solo nel caso di almeno 15 giorni di possesso.

Nessun problema di conti per chi non ha né acquistato né venduto immobili nel corso del 2018: il versamento di IMU e TASI 2018 sarà uguale a quello di giugno.

Infine, il pagamento di IMU e TASI non è dovuto se l'importo da versare è inferiore a 12 euro, considerando però che i comuni possono fissare importi più bassi. Si tratta di una soglia che deve essere considerata su base annua e per tutti gli immobili posseduti nel Comune.

A Roma e Milano IMU e TASI si Pagano di Più

imu e tasi 2018

Secondo i risultati dell’indagine intitolata “Rapporto Imu/Tasi 2018” della Uil, che contiene i dati relativi a IMU e TASI 2018 in ogni capoluogo di provincia, il primato (poco felice) va ai romani proprietari di seconde case, che pagheranno 2.064 euro medi; Milano, invece, si piazza al secondo posto, dove i proprietari di seconde case pagheranno 2.040 euro medi; a Bologna 2.038 euro; a Genova 1.775 euro; a Torino 1.745 euro. Valori più "moderati" ad Asti con un costo medio di 580 euro; a Gorizia con 582 euro; a Catanzaro con 659 euro; a Crotone con 672 euro; a Sondrio con 674 euro. La media nazionale è invece 1070 euro.

Ma come si calcola l’IMU 2018? Assicurati prima di tutto bisogno di avere sotto mano una rendita catastale aggiornata. Puoi conoscere la rendita catastale richiedendo online una rendita catastale o una visura catastale, bastano pochi click!

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali