Superbonus, Altri Dubbi? Le Risposte alle Principali Domande

| casa
superbonus 110

Hai ancora dubbi e domande sul Superbonus 110%? Se il Superbonus ti è ancora poco chiaro, qui troverai molte risposte alle tue domande.

Quali sono i Lavori Trainanti?

interventi trainanti

I lavori trainanti sono le spese contenute nel decreto Rilancio per le quali è possibile accedere all’ecobonus del 110% dal 1° luglio 2020 e fino alla fine del 2021.

Sintetizzando quanto riportato nella guida dell’Agenzia delle Entrate al superbonus 110%, di seguito l’elenco dei lavori trainanti:

  • lavori di isolamento termico degli edifici, con un’incidenza pari almeno al 25% della superficie e per un massimo di:
    undefinedundefinedundefined
  • lavori di sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione in condominio, con impianti centralizzati ad alta efficienza energetica, fino ad un massimo di:
    undefinedundefined
  • interventi su edifici singoli e villette per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda a pompa di calore, per un importo massimo di spesa pari a 30.000 euro per singola unità immobiliare
  • lavori di adeguamento antisismico (sismabonus), eseguiti sempre nel periodo temporale tra il 1° luglio 2020 ed il 31 dicembre 2021.

Quali sono i Lavori Trainati?

interventi trainati superbonus

Oltre ai lavori trainanti appena elencati, il Decreto Rilancio ha previsto gli interventi trainati, che permettono di accedere alla detrazione fiscale maggiorata solo se effettuati contestualmente a quelli trainanti.

INTERVENTI TRAINATI E SPESA MASSIMA AMMISSIBILE PER LE PARTI PRIVATE

Il Decreto Asseverazione riporta l'elenco degli interventi trainati per le parti private:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano le parti private dell’involucro;
  • sostituzione degli infissi.

Per queste due tipologie di intervento la spesa massima ammissibile per l’unità immobiliare risulta pari al prodotto del “limite di spesa prevista dall’ecobonus” (60.000 euro di detrazione massima per unità immobiliare oggetto dell’intervento diviso l’aliquota del 110% pari a 60.000/1,1 = 54.545 euro).

Sempre per le parti private, altri interventi trainati riguardano:

  • schermature solari e chiusure oscuranti - la spesa massima ammissibile è pari 60.000/1,1 = 54.545 euro per unità immobiliare,
  • Intervento di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianto dotati di:
  • caldaie a condensazione
  • generatori di aria calda a condensazione
  • pompe di calore (PDC) a compressione di vapore elettriche anche sonde geotermiche
  • pompe di calore ad assorbimento a gas
  • sistemi ibridi caldaia a condensazione
  • scaldacqua a pompa di calore

Per questa tipologia di intervento la spesa massima ammissibile è pari 30.000/1,1 = 27.272 euro per unità immobiliare.

Sempre per le parti private, altri interventi trainati riguardano:

  • sistemi microcogenerazione - la spesa massima ammissibile per l’intervento è pari a 100.000/1,1 = 90.909,09 euro;
  • generatori a biomassa - la spesa massima ammissibile è pari a 30.000/1,1 = 27.272 euro;
  • building automation (spesa massima ammissibile previste nel “decreto requisiti ecobonus”)
  • solare termico - la spesa massima ammissibile è pari a 30.000/1,1 = 27.272 euro.

Per l'elenco completo si rimanda alla lettura degli allegati 1 e 2 al Decreto Asseverazioni.

INTERVENTI TRAINATI E SPESA MASSIMA AMMISSIBILE PER LE PARTI COMUNI

Il Decreto Asseverazione riporta anche l'elenco degli interventi trainati per le parti comuni:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano le parti comuni l’involucro dell’edificio con un’incidenza complessiva minore o uguale al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo avente superficie;
  • sostituzione degli infissi delle parti comuni;
  • schermature solari e chiusure oscuranti delle parti comuni

Per ognuna di queste tipologie di intervento, la spesa massima ammissibile per l’intero edificio risulta pari al prodotto del “limite di spesa prevista dall’ecobonus” (60.000 euro di detrazione massima per unità immobiliare oggetto dell’intervento diviso l’aliquota del 110% pari a 60.000/1,1 = 54.545 euro) per il numero di unità immobiliari di cui si compone l’edificio.

Altri interventi trainati riguardano:

  • intervento, sulle parti comuni, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di:
    undefinedundefinedundefined

La spesa massima ammissibile per i suddetti interventi per l’intero edificio risulta pari al prodotto del “limite di spesa prevista dall’ecobonus” (30.000 euro di detrazione massima per unità immobiliare oggetto dell’intervento diviso l’aliquota del 110% pari a 30.000/1,1 = 27.272 euro) per il numero di unità immobiliari di cui si compone l’edificio (o interessate dall’intervento).

  • in abbinamento con impianti fotovoltaici - la spesa massima ammissibile è 48.000 euro, ovvero di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale. In caso di interventi di cui all’articolo 3, comma 1, lettere d) , e) e f), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, il predetto limite di spesa è ridotto ad euro 1.600 per ogni kW di potenza nominale;
  • corredati dei sistemi di accumulo - la spesa massima ammissibile è 48.000 euro, ovvero di 1.000 euro per ogni kWh di capacità di accumulo del sistema di accumulo;
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici - la spesa massima ammissibile è di 3.000 per il numero di unità di immobiliari che compongono l’edificio.

Come dimostrare il miglioramento di due classi energetiche?

superbonus 110

La condizione per fruire degli incentivi fiscali è l’aumento dell’efficientamento energetico dell’edificio di almeno due classi energetiche o, se non è possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. Prima di intraprendere gli interventi cosiddetti “trainanti” del superbonus, è necessario che venga effettuata una prima valutazione con rilascio dell’attestazione di prestazione energetica.

A fine lavori (trainanti e trainati) è necessario richiedere una seconda certificazione energetica. Solo così potrai dimostrare il miglioramento di almeno due classi energetiche previsto dal superbonus casa 110%

Riduzione di due classi energetiche garantita dai soli interventi trainanti o anche con interventi trainati?

superbonus 110

La riduzione di due classi del fabbisogno energetico può essere raggiunta anche tenendo in considerazione, oltre ad uno degli interventi trainanti, tutti gli altri interventi trainati di efficientamento energetico. Ricordiamo che per accedere al superbonus è necessario dimostrare il miglioramento di almeno due classi energetiche previsto dal superbonus casa 110%. Per farlo  bisogna presentare l’attestato di prestazione energetica (Ape) prima e dopo l’intervento. Con Pratiche.it una volta ordinato il servizio, sarai contattato da un professionista abilitato per fissare un sopralluogo. Ad avvenuto sopralluogo, il tecnico redigerà la certificazione e registrerà l'Attestato presso l'ente Regionale di competenza.

Trascorsi 15 gg lavorativi dal sopralluogo, si otterrà l'APE.

Come usufruire del superbonus?

superbonus 110

Il beneficiario – spiega l’Agenzia - potrà scegliere se utilizzare la detrazione spettante in cinque quote annuali di pari importo (questo nel caso in cui effettui direttamente la spesa pagando l’impresa o le imprese che eseguiranno gli interventi), se optare per lo sconto in fattura applicato dall’impresa o dalle imprese, oppure per la cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito con facoltà di successiva cessione. L’impresa o le imprese, che effettueranno lo sconto, acquisiranno un credito d’imposta pari al 110% dello sconto applicato in fattura. Tale credito d’imposta sarà utilizzabile in compensazione sempre in cinque quote annuali di pari importo.

Si possono detrarre anche le spese preliminari del tecnico?

superbonus 110

Sì, l'agevolazione spetta anche per le spese accessorie a condizione che l’intervento a cui si riferiscono sia effettivamente realizzato. Si tratta, in particolare, delle spese sostenute per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse (perizie e sopralluoghi, le spese preliminari di progettazione e ispezione e prospezione) o di costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi.

Impianto di riscaldamento sostituito prima di luglio? Si può comunque avere il Superbonus per il cambio di infissi e pannelli solari? 

superbonus

No, il Superbonus è ammesso solo per le spese sostenute dal 1° luglio in poi. Quindi se le spese per gli interventi trainanti sono state sostenute prima di tale data, non si può beneficiare della detrazione maggiorata neanche per i successivi interventi trainati anche se i pagamenti sono effettuati dopo l’entrata in vigore delle agevolazioni.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali