Torna la super Imu e potrebbe essere più salata

| casa
super imu

Per il 2020 le aliquote di Imu e Tasi, accorpate nella "super Imu", possono essere diverse da quelle del 2019.

La data da cerchiare sul calendario è il prossimo 16 dicembre, ultima giorno per versare il saldo della Super Imu. Ricordiamo che la Legge di Bilancio 2020 ha disciplinato una nuova IMU, trasformandola in una “Super IMU”, unificando la vecchia IMU e la TASI, il tributo per chi possiede o detiene a qualsiasi titolo, fabbricati (ad esclusione delle prime case) ed aree fabbricabili.

Milioni di proprietari di seconde case e di immobili di pregio saranno chiamati a versare l'acconto 2020 relativo alla nuova Imposta municipale unica sugli immobili, che in molti casi prevederà un maggior importo dell'Imu in sostituzione della Tasi.

Esoneri per prime case e attività soggette a restrizioni anti-Covid

Pochi i fortunati che saranno esonerati dal pagamento. 

Anche quest’anno, come gli anni passati, l'adempimento non riguarda le abitazioni principali (e loro pertinenze), ad esclusione di quelle di lusso (e cioè appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Non sono tuttavia previste agevolazioni per le seconde case, anche se quest’anno a causa dei Dpcm sono rimaste più vuote del solito. 

Esonero per le categorie produttive soggette a restrizioni o al blocco delle loro attività a causa delle misure anti-Covid individuate dai codici Ateco elencati nel Dl 137/2020 e 149/2020 (attività sportive, artistiche, di intrattenimento, cura alla persona, bar, ristoranti, altri, negozi e grandi magazzini), per cui è stata disposta la cancellazione della seconda rata dell’Imu (cui provvederà lo Stato con versamenti ai Comuni pari a circa 121 milioni).

Acconti e accorpamenti

imu

Ricordiamo che l'acconto pagato entro il 16 giugno è stato quantificato versando il 50% della somma del valore di Imu e Tasi maturati nel 2019. Tecnicamente la Tasi è stata abolita nel 2020, ma in sostanza è stata accorpata all'Imu. L’imposta si è limitata quindi a cambiar nome, senza alleggerire il carico sui proprietari di immobili. 

Per quantificare il pagamento in scadenza a metà dicembre si dovrà calcolare l'Imu dovuta per l'intero anno, considerando però le aliquote decise dal Comune per il 2020. A quel punto si dovrà detrarre l'acconto. Ecco come calcolare l’Imu nel dettaglio.

Come calcolare la Super Imu

Per calcolare l'Imu relativa al 2020, è necessario calcolare l'Imu effettivamente dovuta per il 2020, detrarre da questa l'acconto pagato a giugno e versare il rimanente. Massima attenzione al livello di aliquote presente nei vari Comuni, tenendo presente che la delibera comunale contenente le aliquote deve essere stata pubblicata sul sito del Dipartimento delle Finanze entro il 28 ottobre.

I Comuni che non hanno rispettato la scadenza, in seguito spostata al 16 novembre, possono pubblicare la delibera entro il 31 gennaio 2021. Qui i proprietari sono chiamati a versare lo stesso importo dell'acconto di giugno (il 50% del totale Imu-Tasi del 2019). In seguito, entro il 28 febbraio, dovranno poi rifare i calcoli considerando le aliquote definitive versando l'eventuale conguaglio senza interessi.

Per calcolare l'importo corretto, spiega il Corriere della Sera, bisogna partire dalla rendita catastale dell'immobile all'1 gennaio 2020, che deve essere rivalutata del 5%. Per trovarla, si può consultare il rogito o una visura catastale recente. La potrai scaricare in pochi click tramite Pratiche.it

La rendita rivalutata del 5% va poi moltiplicata per il relativo coefficiente che varia a seconda del tipo di immobile: 160 per le abitazioni e relative pertinenze (box, cantine, tettoie, solai, posti auto); 80 per gli uffici (A/10); 55 per i negozi e le botteghe (C1). 

La base imponibile viene dimezzata per i fabbricati inagibili o inabitabili e non utilizzati, per il periodo dell’anno in cui sussistono tali condizioni, da accertare da un tecnico comunale. Dimezzata la base di calcolo anche per i fabbricati storici o artistici. La base imponibile è ridotta del 25% anche per gli immobili affittati a "canone concordato". Per terreni agricoli e incolti si considera il reddito dominicale rivalutato del 25% e moltiplicato per 135. Le aliquote sono disponibili sui siti del Comune o su quello del Dipartimento delle Finanze.

L’imposta ottenuta applicando le aliquote 2020 alla base imponibile va suddivisa per le quote di possesso (in caso di più comproprietari), e per il periodo di possesso (servono almeno 15 giorni per fare un mese). Per gli immobili acquistati o venduti nel 2020 vanno considerati i mesi effettivi di possesso.

Dove si paga l'Imu

L'F24 si può compilare online sul sito della propria banca o si può pagare in versione cartacea in posta o in banca. Oppure con bollettino postale allo sportello o sul sito di Poste italiane.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali