Bonus Sud 2019: Agevolazioni per Chi Assume nel Mezzogiorno 

| azienda
bonus-sud-2019

Incentivo, requisiti e come fare richiesta all'Inps per il Bonus Sud 2019

È attivo anche per il 2019 il Bonus Sud, ovvero un’agevolazione per le imprese che assumono giovani o disoccupati nelle regioni del Mezzogiorno o trasformano il loro contratto a termine in indeterminato. Il beneficio, pari alle contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro per un importo massimo di 8.060 euro all’anno, è valido per tutte le assunzioni avvenute tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019. In un primo momento il Bonus Sud 2019 era stato previsto solo per i contratti stipulati a partire dal 1° maggio, ma in estate all’interno del decreto Crescita il Legislatore è intervenuto per estendere il beneficio ai primi quattro mesi dell’anno. Sarà proprio il criterio della data di assunzione quello che determinerà l’ordine con cui l’INPS valuterà le richieste dell’agevolazione arrivate dalle aziende che hanno assunto nella prima metà del 2019. Poi l’Istituto seguirà l’ordine in cui le domande sono arrivate. Vediamo nel dettaglio cosa prevede il beneficio, quali requisiti bisogna rispettare per usufruirne e come si può richiederlo.

Cosa Prevede il Bonus Sud 2019

bonus-sud-2019

Il Bonus Sud 2019, ribattezzato quest’anno "Incentivo occupazione Sviluppo Sud" (IOSS) è un’agevolazione rivolta alle imprese, per incentivarle ad assumere disoccupati o a trasformare contratti a termine in indeterminati in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna, indipendentemente dalla residenza della persona da assumere e dalla sede legale del datore di lavoro. Valido per i contratti di lavoro sottoscritti tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019, l’incentivo consiste in uno sgravio totale dei contributi previdenziali (eccezion fatta per i premi e i contribuiti INAIL, che ne sono esclusi) a carico del datore di lavoro, fino a un massimo di 8.060 euro all’anno. La fruizione si basa su 12 quote mensili dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore, quindi:

  • Il contributo massimo fruibile mensilmente è di 671,66 euro
  • la quota giornaliera, di cui tenere conto per i rapporti di lavoro iniziati o terminati nel corso del mese, è di 21,66 euro

Nei casi di trasformazione di rapporti a termine stabilizzati entro sei mesi dalla relativa scadenza, la norma prevede poi la restituzione del contributo addizionale dell’1,40% prevista per i contratti a tempo determinato.

In caso di maternità, l’agevolazione può essere sospesa e il periodo di godimento del beneficio differito. Il Bonus Sud 2019 tuttavia, deve necessariamente essere fruito entro il 28 febbraio 2021, altrimenti decade. Ciò implica che non sarà possibile recuperare quote di incentivo in periodi successivi rispetto al termine previsto e che l’ultimo mese in cui si potranno operare regolarizzazioni e recuperi di quote è gennaio 2021.

Bonus Sud 2019, Requisiti

bonus-sud-2019

I requisiti per ottenere il Bonus Sud 2019 riguardano sia il contratto di lavoro stipulato, che il lavoratore e l’impresa che assume. Vediamoli nel dettaglio.

Contratto

Come detto, sono incentivabili le assunzioni e trasformazioni a tempo indeterminato, inclusi:

  • Contratti a scopo di somministrazione (*in questo caso l’esonero spetta sia per la somministrazione a tempo indeterminato che per la somministrazione a tempo determinato, compresi gli eventuali periodi in cui il lavoratore rimane in attesa di assegnazione); 
  • Rapporti di apprendistato professionalizzante
  • Rapporti di lavoro a tempo parziale
  • Assunzione di socio lavoratore di cooperativa

Esclusi invece i contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, nonché i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Lavoratore

Per poter beneficiare del Bonus Sud 2019 l’impresa deve assumere un lavoratore che appartenga a una delle due categorie seguenti:

  • lavoratori di età compresa tra i 18 e i 34 anni di età (inteso come 34 e 364 giorni) in stato di disoccupazione;
  • lavoratori dai 35 anni in su, in stato di disoccupazione e privo di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi (il soggetto non deve quindi aver avuto nel semestre precedente un contratto di lavoro subordinato della durata di 6 mesi o aver svolto un’attività di lavoro autonomo o parasubordinato con reddito superiore alla misura delle detrazioni spettanti, ovvero 8.060 euro.

Per evitare truffe, la norma prevede un’ulteriore clausola: il lavoratore nei sei mesi precedenti l’assunzione non deve aver avuto un rapporto di lavoro subordinato con lo stesso datore di lavoro che lo assume con l’incentivo o con una società controllata o collegata al lavoratore che lo assume. Un requisito questo che, come quello della disoccupazione, cessa nel caso dei lavoratori il cui contratto venga trasformato da termine in indeterminato.

La circolare dell’INPS precisa poi che In favore dello stesso lavoratore l’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto. Dopo la prima concessione non è quindi possibile rilasciare nuove autorizzazioni per nuove assunzioni effettuate dallo stesso o da altro datore di lavoro, a prescindere dalla causa di cessazione del precedente rapporto e dall’entità dell’effettiva fruizione del beneficio.

Non conta, invece, ai fini del Bonus Sud 2019, la regione di residenza della persona assunta, purché il lavoro si svolga in una regione tra Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna. Nel caso di spostamento della sede di lavoro in una delle regioni per le quali è previsto l’incentivo, l’agevolazione non spetta a partire dal mese di paga successivo a quello del trasferimento.

Impresa

Come per il lavoratore, anche per l’impresa non conta la regione della sede legale. L’importante, appunto, è il lavoratore assunto sia destinato a un’unità operativa con sede nel Mezzogiorno. Per questo è necessario che la struttura INPS competente, a seguito di specifica richiesta da parte del datore di lavoro interessato e dopo aver effettuato i dovuti controlli, inserisca nelle caratteristiche contributive della matricola il codice di autorizzazione “0L”, quello di “Datore di lavoro che effettua l’accentramento contributivo con unità operative nei territori del Mezzogiorno”.

L’impresa per usufruire del Bonus Sud 2019 deve poi: 

  • Avere un DURC regolare;
  • Rispettare le regole sulla sicurezza sul lavoro.

Come Fare Richiesta per il Bonus Sud 2019 

bonus-sud-2019

Per ottenere il Bonus Sud 2019 i datori di lavoro devono inoltrare all’INPS una domanda preliminare. Per farlo devono utilizzare il Portale della Agevolazioni (ex DiReSco) e il modulo di istanza online “IOSS”, disponibile sul sito dell’Istituto, indicando:

  • I dati del lavoratore interessato dall’assunzione;
  • La trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine; 
  • La Regione e la provincia di esecuzione della prestazione lavorativa, che devono rientrare tra le Regioni per le quali è previsto il finanziamento; 
  • L’importo della retribuzione mensile media, comprensiva di tredicesima e quattordicesima mensilità; 
  • La misura dell’aliquota contributiva datoriale che può essere oggetto dello sgravio.

L’INPS a quel punto consulta gli archivi ANPAL per conoscere il soggetto, calcola l’importo dell’incentivo spettante, verifica se esiste la copertura necessaria (il Legislatore ha stanziato 320 milioni di euro per il 2019) e informa che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo per l’assunzione del lavoratore indicato nell’istanza preliminare.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali