Bonus prima casa per under 36: cos'è e come funziona

| casa
Bonus prima casa

Possono fare richiesta i giovani che non hanno compiuto 36 anni e hanno un Isee che non va oltre i 40mila euro annui.

I giovani con meno di 36 anni che intendono acquistare la prima casa possono contare su uno sconto fiscale notevole all’atto del rogito. Lo Stato azzera le imposte sulla compravendita, sia quando questa avviene da un privato che da una ditta di costruzioni.

La misura è stata introdotta dal Decreto Sostegni Bis e prevede: l’esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale; un credito di imposta pari all’IVA pagata al momento dell’acquisto; l’esenzione dall’imposta sostitutiva per i mutui di acquisto, costruzione e ristrutturazione.

Chi può accedere al beneficio fiscale

Per poter accedere al beneficio fiscale è necessario innanzitutto presentare le condizioni previste per il cosiddetto bonus prima casa. E quindi:

  • Non bisogna possedere altri immobili, ovunque essi siano situati, ricevuti in precedenza con tale bonus; diversamente bisognerà cederli.
  • Se si è poi titolari, anche per quote, di una abitazione nello stesso Comune di quella da acquistare, questa andrà ceduta entro 1 anno dal rogito. Bisogna quindi spostare la propria residenza entro 18 mesi dal rogito nel Comune ove si trova l’immobile da acquistare.
  • L’abitazione non deve essere di lusso, e dunque può essere classificata nelle categorie catastali da A/2 a A/7, ma anche magazzini e locali di deposito, laboratori, tettoie chiuse o aperte (C/2, C/3 e C/7) purché poste a servizio dell’abitazione principale oggetto dell’acquisto.

Inoltre, nel caso specifico del bonus prima casa per giovani, è necessario possedere un requisito di reddito. In particolare il tetto ISEE di 40.000 euro diventa un parametro fondamentale per accedere al bonus. L’agevolazione dovrebbe essere applicabile anche all’acquisto compiuto da due persone comprese in due diversi Isee, i quali abbiano un importo inferiore a 40mila euro.

Se uno degli acquirenti ha i requisiti mentre l’altro no, il beneficio si applica alla sola parte di valore imponibile riferibile all’acquirente dotato dei requisiti richiesti.

Il beneficio è riservato solo ai "soggetti che non hanno ancora compiuto 36 anni di età nell’anno in cui l’atto è rogitato".

In cosa consiste il bonus

Gli acquirenti che sono in regola coi requisiti per accedere al bonus casa under 36, possono farne richiesta all’acquisto della prima casa e box.

Come si calcola il bonus fiscale:

  • nel caso di acquisto da privati, chi possiede i requisiti non deve versare l’imposta di registro del 2% calcolata sul valore catastale e le imposte ipotecarie e catastali pari a 50 euro l’una;
  • nel caso di acquisto da una impresa, chi possiede i requisiti versa l’Iva al 4% sul prezzo d’acquisto, ma può recuperare il credito d’imposta di pari valore: attraverso la dichiarazione dei redditi; in compensazione per pagare altre tasse successive al rogito, mediante F24. In ogni caso, non deve versare le imposte di registro, ipotecarie e catastali pari a 200 euro ciascuna;
  • chi sta vendendo una casa per cui ha beneficiato dell’agevolazione prima casa e ne acquista una per cui vale il bonus under 36, perde il credito d’imposta sul primo acquisto;
  • chi vende una casa comprata con bonus under 36, non riceve il credito equivalente, dal momento che non ha versato imposte;
  • se chi richiede il bonus matura un credito superiore all’imposta dovuta, non ottiene il rimborso, tuttavia non lo perde;
  • inoltre prevede l’esenzione dall’imposta sostitutiva per i mutui ottenuti per ristrutturare immobili usati come casa principale;
  • sono inclusi gli acquisti all’asta giudiziaria;
  • è ammesso anche l’acquisto successivo di pertinenze all’abitazione come box o cantine (accatastati come C/2, C/6 e C/7), anche successivamente all’acquisto della prima abitazione.

Ricordiamo sempre, prima di procedere con le trattative e presentare la proposta di acquisto, di assicurarti che tutto sia in regola. Il suggerimento prima di acquistare casa è quello di fare il maggior numero possibile di verifiche sull’immobile e sul venditore, per esempio richiedendo un controllo completo sulla casa o documenti come la visura catastale e la visura ipotecaria

Casacheck Casacheck

Online, Facile e Veloce

Altri articoli che potrebbero interessarti:


Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Nexxy SA


Corso San Gottardo 46/E
6830 Chiasso - Switzerland

Note legali