Rottamazione Ter, Come Fare Pace con il Fisco Senza Pagare More

| lavoro
rottamazione-ter

PEC, sportello o domanda online per aderire alla Rottamazione Ter delle cartelle esattoriali

Entro il 30 aprile 2019 è possibile aderire alla Rottamazione Ter, chiamata così perché per il terzo anno consecutivo chi ha debiti con il Fisco può saldarli, evitando di pagare oneri aggiuntivi. La misura, prevista dal decreto fiscale del governo Conte (decreto legge 119/2018, convertito con modificazioni dalla legge n. 136/2018), permette infatti a tutti coloro che hanno uno o più debiti con Agenzia delle Entrate-Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 di estinguerli, pagando l’importo residuo delle somme dovute, senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora (ma pagando aggio e spese per procedure esecutive e diritti di notifica). Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. 

Esistono tre procedure per accedere alla Rottamazione Ter

  • Via posta elettronica certificata (PEC)
  • Tramite sportello
  • Online sul nuovo servizio ‘Fai da te’ dell’Agenzia delle Entrate
Richiedi PEC Richiedi Aruba PEC

Online, Facile e Veloce

Rottamazione Ter: Quali Debiti Si Possono Estinguere

rottamazione-ter

La Rottamazione Ter permette di saldare tutti i debiti con l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, contratti tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2017. Ne sono esclusi solo alcune tipologie, proprio in virtù della loro natura:  

  • recupero degli aiuti di Stato considerati illegittimi dall'Unione Europea;
  • crediti derivanti da condanne pronunciate dalla Corte dei conti;
  • multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna;
  • sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o per violazione degli obblighi relativi ai contributi e ai premi dovuti agli enti previdenziali.

Per sapere quali sono le cartelle e gli avvisi che rientrano nella Rottamazione Ter e quali sono quelli esclusi è comunque possibile richiedere il Prospetto informativo tramite l’apposito form online dell’Agenzia delle Entrate, oppure scaricarlo direttamente dall’area riservata del sito. 

Rottamazione Ter, Come Inviare la Domanda Tramite PEC

rottamazione-ter

Per aderire alla Rottamazione Ter, si può inviare la domanda tramite poste elettronica certificata (PEC) entro il 30 aprile. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha attivato delle caselle PEC riservate alla Rottamazione Ter per ciascuna direzione regionale. Se si è contribuenti della Lombardia, ad esempio, si invierà la richiesta alla casella definizione2018.lombardia@pec.agenziariscossione.gov.it; per il Lazio l’indirizzo è definizione2018.lazio@pec.agenziariscossione.gov.it. Lo stesso in tutte le altre Regioni. La lista completa degli indirizzi PEC riservati alla Rottamazione Ter è in ogni caso consultabile online. 

Alla mail PEC vanno allegati: 

  • il Modello DA-2018 compilato in ogni sua parte e firmato
  • Copia del documento d’identità

Chi non possedesse ancora una casella di posta elettronica certificata (PEC), può aprirla in pochi click, come spieghiamo in questo articolo

Richiedi PEC Richiedi Aruba PEC

Online, Facile e Veloce

Rottamazione Ter, Presentare la Domanda allo Sportello

rottamazione-ter

La domanda di adesione alla Rottamazione Ter si può presentare anche agli sportelli di Agenzia delle Entrate-Riscossione, presenti su tutto il territorio nazionale, a esclusione della Sicilia. Come nel caso della domanda tramite PEC, bisognerà consegnare il Modello DA-2018 debitamente compilato e firmato. Online è possibile scoprire qual è lo sportello più vicino a casa.

Rottamazione Ter, Come Fare Domanda Online ‘Fai da Te’

rottamazione-ter

Da qualche giorno è possibile aderire alla Rottamazione Ter anche attraverso il servizio web ‘Fai D.A. te’ dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione. La scadenza è sempre il 30 aprile. Per presentare la domanda, è necessario compilare l’apposito form online. 

  • Chi ha le credenziali di accesso all’area riservata non deve allegare alcuna documentazione. Sarà sufficiente che compili i vari campi richiesti. 
  • Chi NON ha le credenziali di accesso all’area riservata, deve allegare in pdf la documentazione di riconoscimento e la documentazione sostitutiva. 

Dopo aver compilato tutti i campi del form online (elenco delle cartelle e degli avvisi, numero di rate, ecc.) e confermato i dati, si riceverà una prima e-mail all’indirizzo indicato, con un link da convalidare entro le successive 72 ore, trascorse le quali il link non sarà più valido e la richiesta verrà automaticamente annullata. Una volta convalidata la richiesta, si riceverà una seconda e-mail di presa in carico, con il numero identificativo della pratica e il riepilogo dei dati inseriti. Infine, se la documentazione allegata è corretta, verrò inviata un’ultima e-mail di ricevuta con allegato il Modello DA-2018.

La domanda per la Rottamazione Ter, presentata online, tramite PEC o sportello, verrà accolta a respinta entro il 30 giugno 2019. In caso di accoglimento, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà al contribuente anche l’ammontare complessivo delle somme dovute, la scadenza delle eventuali rate e i relativi bollettini di pagamento. 

Rottamazione Ter: Scadenze Rate Pagamenti 

rottamazione-ter

La Rottamazione Ter, rispetto alle due precedenti, allarga i tempi per saldare i propri debiti con il Fisco. La misura, infatti, prevede diverse modalità per versare le somme dovute:

  1. Pagamento in un’unica soluzione, con scadenza 31 luglio 2019
  2. Pagamento fino a un massimo di 18 rate consecutive in 5 anni:
  3. Per chi ha aderito per le stesse cartelle esattoriali alla Rottamazione Bis, ma non ha pagato entro il 7 dicembre 2018 le rate di luglio, settembre e ottobre 2019, la Rottamazione Ter prevede la possibilità di saldare il debito fino a un massimo di 10 rate consecutive di pari importo, distribuite su 3 anni:

Rottamazione Ter: Cosa Succede in Caso di Fermo Amministrativo

rottamazione-ter

Se a causa del debito contratto con l’Agenzia delle Entrate e per cui si chiede l’adesione alla Rottamazione Ter, l’auto o la moto sono bloccate da fermo amministrativo, si può tornare a circolare. La Rottamazione Ter non cancella il fermo amministrativo, ma può determinarne la sospensione. Al pagamento della prima rata, infatti, si può procedere online alla richiesta di sospensione del fermo amministrativo. Se si paga in un’unica soluzione, invece, si può chiedere la cancellazione del fermo, per la quale, altrimenti, bisognerà aspettare di aver saldato tutte le rate previste dalla Rottamazione Ter.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali