Bonus mobili, Come Rinnovare l'Arredo con lo Sconto Irpef

| casa
bonus mobili

Con il bonus mobili puoi usufruire di una detrazione Irpef per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A+.

Se nel 2019 hai fatto lavori di ristrutturazione (o se ha intenzione di farne nel 2020), abbiamo una buona notizia per te: anche quest’anno potrai accedere al bonus per i nuovi mobili.

Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L'agevolazione spetta per gli acquisti effettuati nel 2020 ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2019.

Se hai intenzione di usufruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalle norme edilizie serviranno come prova per indicare l’effettiva data di inizio).

Bonus Mobili: Lavori e Importo

bonus mobili

La detrazione Irpef per il Bonus Mobili è suddivisa in 10 rate annuali di pari importo su un ammontare massimo di spesa di 10.000 euro, indipendentemente dall'ammontare dei lavori. Rientrano nell'agevolazione Bonus Mobili:

  • mobili nuovi (ad esempio letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi)
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

Non rientrano nel bonus mobili gli acquisti di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, ecc..

Anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati rientrano tra le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, purché le spese siano sempre state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico, carte di credito o di debito).

Bonus Mobili: i Pagamenti

bonus mobili

Per poter accedere al Bonus Mobili i pagamenti vanno eseguiti con bonifico bancario o postale, carta di credito o carta di debito. Anche i finanziamenti a rate sono ammessi per la detrazione, basta che la società paghi il corrispettivo con le modalità di pagamento appena indicate e il contribuente conservi una copia della ricevuta del pagamento. Non sono invece consentiti i pagamenti con assegni bancari o contanti.

Per il riconoscimento del bonus mobili ti ricordiamo di conservare:

  • la ricevuta del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente)
  • le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali