Nuovi Contratti di Energia e Telefono: le 5 Bugie Più Diffuse dagli Operatori

| casa
bollette luce e gas

Quando si viene contattati da un nuovo operatore del gas, della luce o del telefono, non si sa mai se attivare un contratto con il nuovo operatore sia la scelta giusta. Ci si potrà fidare dell’offerta dell’operatore o sta solo bluffando nel suo tentativo di convincimento?

Secondo un’indagine di Federconsumatori, gli utenti incappano più di frequente in bufale e false informazioni quando stanno per sottoscrivere un nuovo contratto per la fornitura di luce, gas o utenza telefonica. Dopo aver raccolto molte segnalazioni di cittadini che, perplessi, hanno chiesto delucidazioni a Federconsumatori sulla veridicità delle informazioni fornite dagli operatori per attivare un nuovo contratto, Federconsumatori ha stilato una classifica delle fake news più diffuse. Da un’indagine dell’associazione è infatti emerso che le bufale si ripetono e tendono a sfruttare immaginarie certificazioni o premi di qualità per puntare i riflettori su un operatore.

1. Prima classificata la truffa relativa al “Premio Federconsumatori”. Gli incaricati delle aziende affermano che Federconsumatori ha riconosciuto la propria azienda come migliore azienda fornitrice del servizio, raggiungendo inoltre il primato per la migliore tutela dei consumatori. Notizia Falsa, piaga Federconsumatori. Non esiste nessun premio e Federconsumatori non certifica alcuna azienda.

2. Al secondo posto si posiziona la truffa relativa alla presunta certificazione delle Autorithies: Nel proporre il contratto, spiega Federconsumatori, “l’operatore si vanta di una attestazione ricevuta nientemeno dall’Autorità garante, ARERA (l’autorità per l’energia) piuttosto che AGCOM (l’autorità per la garanzia nelle comunicazioni), Antitrust (il garante della concorrenza e del mercato) o un’altra autorità, che riconoscerebbe i meriti dell’azienda per il suo operato corretto e di qualità.” Niente di più falso! “Non esiste nessuna certificazione di questo tipo”, spiega Federconsumatori. Per avere più informazioni sull’affidabilità di un’azienda e quale valutazione le Autorità danno delle aziende basta leggere le sanzioni comminate per le pratiche scorrette messe in atto da queste ultime, nonché le relazioni annuali riferite al Parlamento.

3. La terza classificata è una notizia non del tutto vera. I cittadini hanno sentito da telegiornali e media che il mercato tutelato terminerà di esistere, e presto ci si troverà a effettuare la scelta di passare al mercato libero. Questo è vero, ma è anche vero che questo appuntamento è slittato a luglio 2020! Se l’operatore vi esorta a una decisione immediata, perché ormai non c’è più tempo, non dargli retta: c’è tutto il tempo per valutare con calma a quale gestore affidarsi. Qualsiasi tentativo dell’operatore di metterti fretta perché il tempo è ormai scaduto è in realtà una truffa ai danni dei consumatori.

4. Al quarto posto nella top five abbiamo la bufala relativa all’obbligo di passaggio dall’ADSL alla Fibra (con costi maggiori). Inoltre, anche nei casi di guasti alla linea ADSL viene proposto al cliente di passare alla Fibra per risolvere il problema. Ovviamente non vi è alcun obbligo in tal senso, spiega Federconsumatori, “Piuttosto alcuni operatori stanno promuovendo il passaggio alla Fibra con lo stesso costo dell’ADSL. Consigliamo in ogni caso di verificare se nella propria zona è presente il servizio di connessione dati in fibra.”

5. Ultima classificata, ma di certo non per scorrettezza, è la truffa del sì. In questo caso non si tratta di fornire al potenziale cliente informazioni false, “ma di carpire il consenso alla sottoscrizione del contratto in maniera del tutto illegittima ed illegale: basterà rispondere con un “Sì” alla domanda “Lei è il Signor…?” per dare il via alla truffa.” Quel sì pronunciato dal cliente sarà registrato durante la chiamata e ripetuto nel corso di una finta registrazione relativa all’adesione ad un’offerta commerciale.

Inoltre, aggiungiamo la pratica, purtroppo sempre più diffusa, di attivazione di contratti non richiesti.

In caso di nuova attivazione, voltura o subentro dovrai avere a portata di mano i dati catastali dell’immobile, che potrai facilmente ottenere con una Visura Catastale.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali