Tari 2020: Calcolo, Scadenze e Pagamento della Tassa Rifiuti

| casa
tari tassa riufiuti

Calcolo TARI 2020: tutto quello che devi sapere su novità, calcolo, scadenza e pagamento della tassa rifiuti.

Per molti italiani si avvicina la scadenza per il pagamento della TARI, la tassa rifiuti. Se nel 2020 il calendario di riferimento è stato letteralmente stravolto dall’emergenza coronavirus, anche nell’ordinario il termine di versamento per la TARI non è unico in tutta Italia. Cerchiamo allora di capire innanzitutto come si calcola la TARI (non preoccuparti, è semplice e lo spiegheremo in modo ancora più semplificato con l’aiuto di esempi e tabelle), per poi soffermarci sulle scadenze TARI in tutta Italia e sulle modalità di pagamento TARI.

TARI, TASI, TARES: con tutte queste sigle che cominciano per T basta un attimo a fare confusione. La TARI è stata introdotta dal 2014 e proprio dal 2014, la TARI ha sostituito la TARES, che è stata in vigore solo nel 2013. La Legge di bilancio 2020 ha previsto che la TASI venga eliminata e accorpata nella Super IMU.

La TARI va pagata al Comune di residenza da chiunque occupi un immobile, indipendentemente dal fatto che siano proprietari o affittuari. Caso particolare riguardante la locazione: in caso di locazione breve dell’immobile (non superiore a sei mesi) la tassa non è dovuta dall’inquilino (affittuario), ma resta esclusivamente in capo al possessore (il proprietario).

È passato un po' di tempo da quando la TARI ha visto i riflettori puntati su di sé, a causa di un calcolo scorretto da parte di moltissimi Comuni italiani. Ma ora sono altre le novità, dato che a partire dal 1 gennaio 2020 ha debuttato la nuova Tassa sui Rifiuti. Di cosa si tratta? Il 31 ottobre 2019 ARERA (L'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) ha varato il "metodo tariffario servizio integrato di gestione dei rifiuti" e, in un'apposita memoria ha reso noti i principi basilari del nuovo metodo, e cioè:

  • incentivare il miglioramento dei servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • omogeneizzare le condizioni nel Paese
  • garantire trasparenza delle informazioni agli utenti.

In sostanza, la Nuova TARI è calcolata sulla base dei rifiuti effettivamente prodotti e smaltiti in relazione ai costi di servizio. In più, eventuali variazioni tariffarie saranno ammesse solo se giustificate da miglioramenti di qualità del servizio o per l’attivazione di servizi aggiuntivi per i cittadini. Qualsiasi aumento arbitrario e ingiustificato delle tariffe non sarà più legittimo. Infine, i gestori dovranno rendere accessibili e comprensibili i documenti e le informazioni agli utenti introducendo la Carta della Qualità del servizio smaltimento rifiuti e i documenti per la riscossione della TARI.

Tra le novità per il nuovo anno ci sono le modifiche nella definizione di rifiuto urbano e la soppressione della categoria di rifiuti speciali assimilati agli urbani. I cambiamenti si applicano a partire dal 1° gennaio 2021.

Come si calcola la TARI

tari tassa rifiuti

Il calcolo TARI è in realtà semplice: serve però munirsi dei dati catastali dell’immobile, presenti su una visura catastale.

La TARI per le famiglie viene calcolata in base ai metri quadri dell’abitazione e al numero dei componenti del nucleo familiare.

Il calcolo TARI si ottiene sommando due quote:

  • la quota fissa, che si calcola moltiplicando la superficie dell’alloggio + relative pertinenze (ad esempio il box, ecc) per la tariffa unitaria corrispondente al numero degli occupanti (disponibile sul sito del tuo Comune).
  • la quota variabile è costituita da un valore assoluto, cioè un importo rapportato al numero degli occupanti (disponibile sul sito del tuo Comune).

Facciamo un esempio di calcolo TARI:

Abitazione di 100 mq con box di 10 mq e cantina di 15 mq, con famiglia di 3 componenti. Quota fissa (diversa da comune a comune) = 0,71 € al mq; quota variabile (diversa da comune a comune): 75 €.

Come puoi vedere anche dalla tabella qui sotto, vanno prima di tutto sommati i mq di alloggio e pertinenze, per poi moltiplicarli per la quota fissa decisa dal tuo comune. Questo valore va sommato alla quota variabile (anch’essa fissata dal tuo comune) che varia in base ai componenti del nucleo familiare.

tari tassa rifiuti

TARI: Scadenze

tari tassa rifiuti

La scadenza TARI varia da Comune a Comune.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi la scadenza della TARI è ripartita in più momenti:

  • 1° acconto a aprile/maggio;
  • 2° acconto entro fine luglio;
  • saldo entro fine anno.

A Roma, ad esempio, la TARI è divisa in due semestri: 1° gennaio-30 giugno e 1° luglio-31 dicembre.

A Milano, se scegli di pagare in due rate, le scadenze da ricordare sono: 31 luglio per il pagamento della prima rata e 31 ottobre per la seconda rata. Se invece scegli il pagamento TARI in un’unica soluzione, la scadenza da ricordare è il 30 settembre.

A Genova, le scadenze per il pagamento TARI sono il 30 maggio per la prima rata, il 30 giugno per la seconda rata, il 30 luglio per la terza rata e il 30 settembre per la quarta rata.

A Venezia, le scadenze TARI saranno 16 febbraio, 16 maggio, 16 settembre e 16 novembre.

Come si paga la TARI

tari tassa rifiuti

Anche le modalità di pagamento TARI variano da Comune a Comune. Riceverai l’avviso di pagamento via posta, con tutte le indicazioni di pagamento TARI.

Tra le modalità di pagamento previste dai Comuni d’Italia sottolineiamo:

  • pagamento TARI con modello F24 precompilato, allegato all’avviso di pagamento;
  • pagamento TARI con bollettino postale;
  • pagamento TARI con MAV.
  • pagamento TARI online, direttamente sui siti del Comune, tramite home banking oppure PagoPA

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali