Controlli Bollo Auto: Raffica di Accertamenti in Arrivo

| auto
bollo auto

Con l'inverno, oltre alla pioggia e al freddo arrivano i controlli del Fisco sul bollo auto non pagato

Come ogni anno, con l’arrivo della pioggia e del freddo l’atmosfera diventa ancora più gelida con i controlli del fisco sui bolli auto arretrati. Proprio in questo periodo dell’anno vengono avviati, come sempre, i controlli bollo auto, quindi meglio farsi trovare pronti e con i bolli auto in regola!

Ma quali sono i bolli oggetto di controlli? Ricordiamo che per ogni nuovo bollo che arriva ce n’è uno precedente e più antico (non l’ultimo) che scade, cioè va in prescrizione e non può più essere riscosso (a meno che l’accertamento non venga inviato in tempo utile, ovvero entro la fine dell’anno). Se, al contrario, l’atto viene spedito per la notifica entro il 31 dicembre è salvo, e quindi da pagare.

E quindi con il mese di dicembre alle porte e con il 31 dicembre che segna la scadenza ultima per inviare un sollecito di pagamento è naturale aspettarsi una cartella o una contestazione nei prossimi giorni. I termini della prescrizione si calcolano da quando arriva un nuovo avviso di pagamento. Ricordiamo quindi che il bollo auto dell’anno 2016 si prescriverà il 1 gennaio 2020.

Se quindi a distanza di anni arriva a casa un ordine di pagamento di un bollo auto non pagato, è bene controllare che non si tratti di un errore. Fare una verifica, attraverso una visura bolli, può consentirti di scoprire che la tassa effettivamente è stata evasa, ma è ormai scattata la prescrizione e quindi non va più pagata.

Controlli Bollo Auto: Accertamento e Verifica

bollo auto

Ogni tributo ha sì il suo termine, ma il 31 dicembre è uguale per tutti. Le Regioni, che riscuotono il bollo auto sono a conoscenza del termine molto breve di prescrizione del bollo auto: appena tre anni.

Tuttavia, come scrive il canale laleggeper tutti, questi tre anni si calcolano secondo un metodo particolare: iniziano a decorrere dal 1° gennaio dell’anno che segue quello in cui la tassa automobilistica doveva essere versata e terminano, quindi, il 31 dicembre del terzo anno successivo. Ad esempio, il bollo relativo all’anno 2015 si è prescritto dal 1° gennaio 2019; quello da pagare per l’anno 2016, invece, sarà prescritto a partire dal 1° gennaio dell’anno prossimo, il 2020.

Oltrepassata la data del 31 dicembre la richiesta di pagamento contenuta in un avviso di accertamento notificato al contribuente oltre questi termini, sarà illegittima perché ormai caduta in prescrizione

Questo a meno che non ci siano già stati, durante il triennio che si sta concludendo, eventuali invii di richieste di pagamento, perché essi interrompono il decorso dei termini di prescrizione e li fanno ricominciare da capo.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali