Come accertare i confini catastali di una proprietà

| casa
confini catastali

La necessità di accertare i confini di una proprietà nasce nel momento in cui vi è un’incertezza sulla linea di confine dei fondi limitrofi, appartenenti a proprietari diversi.

La linea di confine tra due proprietà segna il punto in cui finisce una proprietà e ne inizia un’altra. Generalmente questa linea è ben definita da alcuni segni (muri, paletti, recinzioni, staccionate ecc.) posti per evitare il sorgere di dubbi sul confine tra proprietà.

Può tuttavia capitare che il confine non sia ben definito, oppure che, sebbene esista una demarcazione visibile, questa non sia in grado di separare in modo certo e definitivo i fondi. Una condizione che determina un’incertezza sulla linea di confine dei fondi limitrofi, appartenenti a proprietari diversi e la conseguente necessità di stabilire i reali limiti delle proprietà in oggetto.

A questo scopo vengono individuati i confini catastali, cioè i limiti di un bene immobile così come individuati al Catasto: si tratta della linea sulle mappe catastali che delimita il perimetro di una proprietà. La mappa catastale è la rappresentazione grafica del territorio, al cui interno sono riportate strade, corsi d’acqua, ingombri dei fabbricati, terreni.

In alcuni casi riportare in loco i confini catastali è essenziale, ad esempio, nel caso in cui si voglia vendere/acquistare un terreno, se sorge una controversia con un vicino per il regolamento dei confini, oppure se è necessario dividere tra coeredi un terreno. 

Come conoscere i confini di un terreno

La prima cosa da avere presente è che i terreni sono catalogati al Catasto con 2 elementi:

  • il foglio mappale, identifica la porzione di territorio comunale nel quale si trova il bene, ogni comune è diviso in più fogli che rappresentano altrettante porzioni di terreno;
  • le particelle, sono porzioni dell’immobile all’interno del foglio mappale.

Questi due elementi consentono di individuare il bene immobile. I riferimenti su foglio e particelle sono indicati negli atti, ad esempio in quello di compravendita. Nel momento in cui non si è a conoscenza delle particelle intestate o si hanno dubbi, la prima cosa da fare per conoscere i confini dei propri terreni è chiedere una visura catastale.

Puoi chiederla anche online con Pratiche.it: in poche ore otterrai i dati relativi a tutte le particelle intestate con indicazione anche del foglio mappale, della estensione dei terreni e caratteristiche generali dei fabbricati ivi ubicati e, infine, vi è indicazione delle rendite catastali. 

Potrai inoltre ottenere l’estratto di mappa, ovvero la porzione del foglio di mappa su cui insiste il terreno, per poter visionare le varie porzioni di terreno con indicazione per ogni porzione del numero di particella. Il foglio di mappa è in scala e la scala è indicata sul foglio, questo vuol dire che è possibile con una semplice operazione ricavare l’estensione del terreno. Sull’estratto del foglio di mappa sono anche disegnate le porzioni di terreno corrispondenti alle singole particelle.

Accertamento dei confini

L’accertamento dei confini può avvenire tramite le mappe catastali, come appena spiegato, oppure per via giuridica nel caso in cui ci dovesse essere incertezza relativa a una particella contesa tra due proprietari.

Tale incertezza può essere oggettiva o soggettiva:

  • L’incertezza oggettiva quando manca una demarcazione visibile del confine di proprietà.
  • L’incertezza soggettiva quando, sebbene esista una demarcazione visibile, questa non sia in grado di separare in modo certo e definitivo i fondi.

I proprietari di due fondi possono dunque richiedere che i confini siano regolamentati giudizialmente.

Nel caso in cui due proprietari si stiano contendendo una particella non indicata sui rispettivi titoli, la valutazione del giudice si limiterà solo a quest’ultima basandosi su qualsiasi mezzo di prova, anche tecnico o presuntivo, oppure in mancanza di quest’ultimo, sulle sole mappe catastali.

Nel momento in cui la particella oggetto della disputa dovesse risultare presente su entrambi i titoli di proprietà allora saranno proprio quest’ultimi a essere messi in discussione e dunque a essere soggetti a revisione.

Un presupposto fondamentale per il regolamento dei confini è che non può essere messa in discussione l’effettiva proprietà dell’area contesa ma solo le linee di confine di quest’ultima. In questo modo dunque non possono verificarsi contestazioni per quanto riguarda la legittimità dell’acquisto.

In sostanza dunque per accertare i confini di una proprietà è necessario ricorrere alle mappe catastali disponibili presso l’agenzia del territorio oppure per via giuridica.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Nexxy SA


Corso San Gottardo 46/E
6830 Chiasso - Switzerland

Note legali