IMU 2018: Chi lo Paga, Come si Calcola e Come si Paga

| casa
IMU

Chi deve pagare l’IMU: obblighi ed eccezioni. Calcolo IMU, scadenze e metodo di pagamento

Per molti italiani, con il mese di giugno arriva l’obbligo del pagamento IMU, l’imposta sulla casa. L’IMU, cioè l’Imposta Municipale Unica, insieme a TASI e TARI va a formare la IUC (la nuova Imposta Unica Comunale). All’interno della IUC rientrano quindi:

  • l’IMU, imposta municipale unica;
  • la TARI, tassa sui rifiuti;
  • la TASI, la tassa sui servizi indivisibili a copertura dei costi sostenuti dal Comune per servizi comunali rivolti alla collettività (come la manutenzione stradale, l'illuminazione comunale l'illuminazione, i giardini ecc..).

Ma l’obbligo di pagamento IMU 2018 non riguarda tutti i possessori di un immobile: come vedremo tra poco, ci sono molte eccezioni al pagamento dell’IMU, e prima di cimentarsi in calcoli e scadenze è utile sapere se devi pagare o non pagare l’IMU 2018.

IMU 2018: Chi Paga l’IMU

IMU

In linea generale, è tenuto al pagamento dell’IMU 2018 chi detiene un immobile a titolo di proprietà oppure in usufrutto o in comodato d’uso. Nel dettaglio, ha l’obbligo di pagamento IMU 2018:

  1. il proprietario di un immobile, con le eccezioni che vedremo in seguito;
  2. il proprietario di fabbricati di categoria A1, A8, A9 e relative pertinenze destinati ad abitazione principale;
  3. il titolare di usufrutto, cioè del diritto di usare e godere di un bene “come se ne fosse il proprietario”;
  4. il titolare di uso, cioè del diritto di servirsi dell’immobile, limitatamente ai bisogni propri e della famiglia;
  5. il titolare di abitazione, cioè del diritto di abitare una casa, per il bisogno proprio e della famiglia;
  6. i titolari di enfiteusi, cioè coloro che godono di un bene altrui con l’obbligo di migliorarlo e di pagare un canone periodico;

Come abbiamo già anticipato, è utile tuttavia soffermarsi su chi non paga l’Imu, ovvero tutte le esenzioni al pagamento IMU 2018. A differenza della TARI (la Tassa sui Rifiuti), che è dovuta da chiunque possegga beni immobili, l’IMU non è applicabile per gli immobili utilizzati dal proprietario come abitazione principale, a meno che essa non rientri nelle categorie catastali specifiche per gli immobili di lusso (categorie A1, A8 ed A9). Ma procediamo con ordine. È esente dal pagamento IMU chi possiede:

  • un immobile adibito ad abitazione principale (cioè la prima casa), eccetto gli immobili indicati come di lusso, quindi rientranti nelle categorie catastali A/1, A/9 e A/8.
  • un’unità immobiliare appartenente a una cooperativa sociale a proprietà indivisa, adibita ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci, quelle destinate a studenti universitari soci assegnatari.
  • un fabbricato destinato ad alloggio sociale;
  • una casa assegnata ad uno dei coniugi a seguito di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (in pratica ogni coniuge avrà una sola abitazione principale);
  • un immobile unico posseduto, e non affittato dal personale Forze armate, Polizia, militari, Vigili del fuoco e personale con carriera prefettizia, per il quale non è richiesta come condizione, la dimora abituale e della residenza anagrafica;
  • un’unica unità immobiliare ad uso abitativo all’estero rientrante nelle categorie da A1 ad A9 purché il proprietario sia iscritto all’Aire (Anagrafe italiani residenti all’estero), sia titolare di una pensione nel Paese di residenza e non abbia affittato o concesso in comodato d’uso l’immobile.

Altre esenzioni dall’IMU 2018 vengono decise dai singoli Comuni, ad esempio a favore di proprietari anziani o disabili che trasferiscono la residenza in una casa di riposo.

IMU 2018: Come si Calcola

IMU

Se ti stai chiedendo come si calcola IMU 2018 qui troverai tutte le informazioni che ti servono.

  • Rendita catastale: Il punto di partenza per calcolare l’IMU è la rendita catastale dell'immobile. Puoi conoscere la rendita catastale richiedendo online una rendita catastale o una visura catastale;
  • Rivalutazione: è necessaria poi la rivalutazione del 5%;
  • Base Imponibile: Si procede poi a moltiplicare il risultato ottenuto per il relativo coefficiente, che varia a seconda del tipo di immobile. In generale, per le abitazioni e le pertinenze il coefficiente è 160, per gli uffici è 80 e per i negozi è 55;
  • Aliquota Variabile IMU: Questa aliquota interessa la seconda casa e gli altri tipi di proprietà ed è fissata allo 0,76%. Tuttavia, i Comuni, con apposita delibera del Consiglio, possono modificare l’aliquota al rialzo o al ribasso;
  • Aliquota Ordinaria: Se l’immobile rientra nelle categorie catastali A1, A8 e A9, l’imposta è dello 0,4% ma, anche in questo caso, i Comuni possono decidere di alzarla o di abbassarla.

IMU 2018: Come si Paga e Scadenze

IMU

L'IMU 2018 si paga con modello F24 dell’Agenzia delle Entrate. L'utilizzo del modello F24 è gratuito e la consegna del modulo compilato può essere effettuata presso le banche (anche dal proprio home banking), gli uffici postali e gli intermediari abilitati (Caf, Commercialisti, ecc.).

Le scadenze per il pagamento dell’IMU 2018 sono:

  • prima rata: entro il 18 giugno si effettua il versamento della metà dell’importo dovuto per l’anno 2018.
  • seconda rata: entro il 17 dicembre si effettua il versamento a saldo del tributo dovuto per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

Se preferisci, hai la possibilità provvedere al versamento dell’IMU 2018 in un’unica soluzione, da corrispondere entro il 18 giugno.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali