Cose sapere per vincere un’asta immobiliare

| casa
asta immobile

Quali informazioni conoscere per riuscire a realizzare un affare con un’asta immobiliare?

Partecipare a un’asta immobiliare costituisce una tra le possibili strade per comprare un immobile, con una spesa indubbiamente molto al di sotto rispetto a una classica compravendita. Le aste immobiliari, chiamate anche aste giudiziarie, tecnicamente sono un atto disposto dal giudice esecutivo, per togliere forzatamente qualsiasi diritto al debitore su una casa o altro bene immobile, per darlo al miglior offerente all’asta. Il creditore ha così la possibilità di recuperare le somme di denaro che gli spettano. Nella pratica, l’immobile è messo all’asta e chi offre di più lo acquista, facendo diventare l’immobile all’asta a tutti gli effetti di sua proprietà.

Quanto si risparmia con una casa all’asta? 

Indicativamente si parla di un prezzo di vendita inferiore di circa il 30% rispetto a una compravendita normale, ma molto può variare da asta ad asta. Si consiglia di verificare con attenzione i prezzi della zona prima di decidere se partecipare all’asta. Solo così sarà possibile comprendere il reale risparmio. Quando si acquista una casa all’asta, il prezzo dell’immobile è stimato da un perito del tribunale. Quando la casa viene pignorata, viene nominato un perito che ha il compito di visionare l’immobile e redigere una relazione dettagliata (la perizia) per attestare le attuali condizioni della casa e il suo valore (da cui dipenderà il prezzo base per la vendita).

Acquistando una casa all’asta si pagano solo gli oneri fiscali e le eventuali agevolazioni di legge. Si risparmia quindi sull’onorario del notaio e sulle provvigioni dell’agenzia immobiliare.

Come spiega una ricerca condotta da Immobiliare.it, le case all'asta piacciono e il mercato delle aste è guardato con meno scetticismo che in passato.

Come funziona un’asta immobiliare: asta con incanto e senza incanto

chiavi casa

L’asta può essere di due tipi:

  • Asta con incanto
  • Asta senza incanto

Nell’asta senza incanto gli offerenti presentano un’offerta per l’immobile in una busta chiusa, inclusa la cauzione (pari ad almeno il 10% del prezzo proposto dall’offerente). L’offerta non deve essere più bassa del prezzo base stabilito e, se le offerte presenti sono più di una, si indice una seconda gara fra i partecipanti nella quale la base dell’asta è la cifra più alta offerta nella prima asta.

L’asta con incanto è una pubblica gara tra offerenti, che viene indetta dal giudice se l’asta senza incanto non ha portato risultati. Si tratta di una vera e propria gara dove ogni partecipante ha tre minuti per rilanciare sull’offerta presentata da un altro e aggiudicarsela.

La gara si considera conclusa se trascorrono almeno tre minuti dall’ultima offerta, senza che nessuno abbia rilanciato il prezzo. Chi intende rilanciare ha 10 giorni di tempo per poter presentare una nuova offerta dal momento in cui l’immobile è stato aggiudicato ad un acquirente.

Chi può partecipare a un’asta immobiliare

Come previsto dal codice civile, all’asta immobiliare possono partecipare tutti coloro che sono interessati ad acquistare un determinato immobile, tranne il debitore. Le offerte possono essere fatte personalmente o tramite mandatario munito di procura speciale. Non è necessaria l’assistenza di un legale o di un professionista. 

La condizione da rispettare è il saldo del prezzo che deve essere effettuato solitamente da un minimo di 60 ad un massimo di 120 giorni. Generalmente, chi acquista una casa all’asta deve poter disporre velocemente di tutta la cifra. Non appena il prezzo verrà saldato, il Giudice trasferirà la proprietà all’acquirente con decreto di trasferimento e il Tribunale provvederà a trascrivere nei registri immobiliari. Le aste prevedono anche la cancellazione di ipoteche e pignoramenti, se presenti.

Come presentare la domanda di partecipazione

Anche se chiunque può partecipare a un’asta giudiziaria, per presentare la procedura va seguita correttamente la procedura. Per i cittadini basterà presentare la domanda su apposito modulo in carta semplice alla cancelleria del tribunale. Se per l’asta è stato delegato un notaio (o un’agenzia specializzata), saranno questi ultimi a ritirare le domande di partecipazione. In genere questa operazione viene eseguita il giorno prima della gara la cui data viene evidenziata attraverso gli appositi canali. Le aziende, invece, devono allegare alla domanda anche una visura camerale, che potrai scaricare anche con Pratiche.it in pochi minuti.

Ogni asta ha le sue particolarità specifiche (ad esempio in alcuni casi l’appartamento può essere visionato) quindi è opportuno verificare sempre presso la cancelleria del tribunale tutti questi aspetti prima di presentare la domanda di partecipazione.

Aquista una Visura Acquista una visura camerale

Acquista adesso la visura camerale che ti serve

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali