Bonus Baby Sitter Anche per i Nonni: Come Fare Domanda

| famiglia
bonus baby sitter nonni

Il bonus baby sitter stanziato dal governo potrà essere dato anche ai nonni. Tutte le regole per richiedere il bonus e i requisiti per la domanda.

Basta al volontariato dei nonni che per venire incontro alle esigenze dei figli tornati a lavoro a seguito dell’emergenza si stanno prendendo cura dei nipoti senza nessuna ricompensa. Ora potranno essere pagati, purché non conviventi. Questa nuova disposizione di fatto apre la possibilità di chiedere il bonus alla gran parte delle famiglie con figli, dato che l’affidamento ai nonni è la soluzione più diffusa anche in tempi normali. La risorsa nonni è infatti tra le più utilizzate per la cura dei nipoti: i dati Istat mostrano che quando entrambi i genitori lavorano, nel 60,4% dei casi i bambini sotto i due anni vengono lasciati ai nonni. Si sale al 61,3% quando il piccolo ha tra i 3 e i 5 anni. Nella fase acuta del Covid 19 molti nonni avevano dato forfait scegliendo un rigoroso lockdown per evitare il rischio di contagio. Ma da giugno anche gli equilibri familiari stanno tornando alla normalità.

La prestazione conosciuta come bonus baby-sitter può essere legittimamente indirizzata verso i propri familiari, come, ad esempio, i nonni. Scopriamo insieme chi può richiedere il bonus baby sitter per i nonni e come ottenerlo.

A Chi è Rivolto il Bonus Baby Sitter per i Nonni

bonus baby sitter nonni

Il bonus baby sitter sono dei voucher da spendere solo su portale Inps con valore massimo complessivo per il nucleo familiare di 1.200 euro da utilizzare per prestazioni di baby-sitting dal 5 marzo al 31 luglio 2020

È rivolto a tutte le famiglie (anche affidatarie) con figli minori di 12 anni (in caso di disabilità però il limite di età non c’è) ed è rivolto alle seguenti categorie di lavoratori:

  • dipendenti del settore privato;
  • iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata;
  • autonomi iscritti all’INPS;
  • autonomi iscritti alle casse professionali (previa la comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari).

E per chi ha più di un figlio? In presenza di più figli di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 1.200 euro per il nucleo familiare.

Il bonus diventa di 2000 € per il personale di sicurezza, difesa e soccorso, in particolare:

  • medici e infermieri;
  • tecnici di laboratorio biomedico o di radiologia medica;
  • operatori sociosanitari;
  • personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, impiegato per esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Ma attenzione!

  • Ricordiamo che non è possibile chiedere contemporaneamente il bonus baby sitter e il congedo parentale (vanno chiesti alternativamente), mentre è possibile cumulare il bonus con i giorni di permesso retribuito per la legge 104 e con il prolungamento del congedo parentale per figli con disabilità grave.
  • Il bonus per l'iscrizione ai centri estivi e ai servizi integrativi per l'infanzia non può essere fruito per gli stessi periodi di fruizione del bonus nido erogato dall'Inps.
  • Inoltre, ricordiamo che in nessun caso si può fare richiesta del bonus se un genitore risulta beneficiario di strumenti di sostegno al reddito (ad esempio Naspi, indennità di mobilità...), né essere disoccupato o non lavoratore alla data della domanda

Come richiedere il Bonus Baby Sitter per i Nonni

bonus baby sitter nonni

Per richiedere il bonus baby sitter e il bonus centri estivi c'è bisogno della registrazione di entrambe le parti (genitori e nonni) sul portale dell'Istituto nazionale della previdenza. 

Ecco le istruzioni per il voucher da massimo 1.200 euro.

Per compilare la domanda occorre essere in possesso delle proprie credenziali Inps:

  • pin Inps
  • credenziale Spid
  • carta d’identità elettronica 3.0
  • carta nazionale dei servizi. 

La domanda per il bonus baby sitter va inoltrata online, sul sito dell’Inps, tramite l’applicazione web, disponibile sul portale dell’Inps (il percorso è il seguente: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Domande per Prestazioni a sostegno del reddito” > “Bonus servizi di baby sitting”) oppure tramite il Contact center integrato, o ancora tramite i patronati.

La somma verrà accreditata direttamente con accredito sul conto corrente bancario o postale, accredito su libretto postale, carta prepagata con Iban o bonifico domiciliato presso Poste Italiane, secondo la scelta indicata all’atto della domanda.

Altri articoli che potrebbero interessarti:


pratiche.it
Visure e Certificati Online
Richiedi Subito

Rimani sempre aggiornato

Ricevi una volta al mese consigli e guide gratuite sulle pratiche riguardanti auto, casa e lavoro.

Chi siamo

BurocraziaFacile.it è il sito d'informazione che ti aiuta a trovare soluzioni semplici e veloci alle pratiche di tutti i giorni con categorie dedicate al mondo della casa, dell'auto e del lavoro.

Le guide gratuite ti mostrano passo dopo passo le procedure per completare le tue pratiche e ottenere tutti i documenti necessari.

La sezione novità ti consente di rimanere aggiornato sulle ultime notizie, incentivi e scadenze della burocrazia.


Feed Rss

Dubbi o domande?

Scrivici un messaggio e ti risponderemo il prima possibile.

Privacy

Privacy Policy


Burocraziafacile.it
è un progetto di Script Media Group Ltd


90 Leinster Road
Rathmines Dublin 6
Vat IE​3458266BH

Note legali